X
Skip to main content

Audio Physic Classic 3 è una cassa acustica veramente singolare. È la più economica prodotta da Audio Physic, nonostante ciò le prestazioni sono a dir poco sorprendenti. Come tipologia e prezzo appartiene ad una fascia nella quale da anni sono presenti esemplari dalle prestazioni interessanti. Giusto per ricordare alcune casse Bookshelf di dimensioni contenute che si sono fatte notare nella storia dell’Hi-Fi: Rogers LS3/5a, Sequerra MET7, Linn Kan (1a serie) e Tukan, ProAC Tablette, Sonus Faber Minima. In virtù di questa tradizione è abituale aspettarsi che fra i Mini diffusori si trovino modelli performanti. Purtroppo da un po’ di anni in qua ci è parso notare un certo appiattimento. Esistono casse piccole dalle buone prestazioni, ma nessuna capace di incarnare gli exploit dei modelli citati.

Bassi prepotenti

Provando per la prima volta le Audio Physic Classic 3 siamo immediatamente rimasti stupiti. Oltre ad avere una emissione notevole in bassa frequenza, ancor più sorprendente è l’estensione alle frequenze più basse. Questo solitamente è il limite maggiore delle casse da scaffale e in alcuni casi anche di quelle da pavimento. Audio Physic Classic 3 scendono in frequenza ben oltre quel che ci si aspetterebbe da una cassa L 17 x A 35 x P 28,5 cm. Munita di un Woofer da 6,7” certamente non gigantesco. Il produttore colloca l’estensione in bassa frequenza a 45 Hz, senza neanche indicare i canonici -3 dB. Di fronte a misure dichiarate di questo tipo solitamente saremmo scettici. Siamo abituati a dichiarazioni “ottimistiche”. Avendo sentito cosa sono in grado di fare Audio Physic Classic 3, lo siamo meno. Classic 3 hanno un altro merito, oltre all’estesa estensione, il basso è articolato, dinamico e controllato.

Se in alcuni ambienti e collocazioni la gamma bassa si rivelasse esuberante, su nostra richiesta Audio Physic ha realizzato un elemento assorbente da inserire nel condotto Reflex. Efficace nel contenere l’esuberanza delle frequenze più basse.

Brillantezza e dettaglio

In presenza di emissioni in bassa frequenza quali quelle appena descritte, saremmo portati a pensare che le gamme media e alta potrebbero risultare velate. O comunque non particolarmente evidenziate, perché soverchiate dalle frequenze inferiori. Anche in questo caso il pregiudizio è stato smentito. Audio Physic Classic 3 hanno un suono brillante, ben definito e ricco di dettaglio. Detto in altri termini, vivido e presente. Senza sconfinare nell’aggressivo. Un suono piacevole.

Dinamica

Anche l’escursione dinamica delle Audio Physic Classic 3, se ben pilotate, è naturale ed impressiva. In questo caso è l’equilibrio a connotarne il profilo. Di solito il rischio oscilla fra avere una dinamica compressa o, all’estremo opposto, sforzata. Quest’ultima è solitamente caratterizzata da eccessi fastidiosi all’ascolto, ed è una delle ragioni che invogliano ad abbassare il volume. Parallelamente una dinamica compressa è una cintura di contenimento che frena la dinamica, sino al limite di snaturare la verve dei contenuti musicali. L’equilibrio offerto da Classic 3 permette di godere della dinamica in modo naturale, fruendo piacevolmente degli impeti irrinunciabili che la musica sa offrire.

Specifiche tecniche

Le specifiche tecniche dichiarate dal produttore è possibile trovarle nella Scheda prodotto: Audio Physic Classic 3