X
Skip to main content

Con l’introduzione dei diffusori acustici Magico A5 e A3 il produttore propone finalmente dei modelli più accessibili ad una maggior numero di persone. Anche se con la sigla Serie A gli appassionati di sport potrebbero erroneamente credere che sia la Serie Top. Diciamo che questo equivoco è da correggere immediatamente. Le Serie Alto di gamma per Magico partono dalla M e a seguire la S. La Serie A invece è una proposta estremamente interessante perché coniuga molti degli “stilemi” ideati per le Serie superiori, adattandoli ai modelli entry level. Il cabinet realizzato in alluminio 6061 T6 di derivazione aereonautica, strati di Grafene applicati agli altoparlanti, sono alcuni degli elementi che discendono dai prodotti Top. Da un certo punto di vista i modelli “inferiori” offrono il vantaggio di sfruttare le idee sviluppate per i modelli superiori. Trattandosi di Magico è utile precisare che i “Modelli inferiori” sono in ogni caso prodotti al Top della produzione mondiale di casse acustiche.

Al di là dei materiali di pregio utilizzati è la capacità tecnica di utilizzarli a fare la differenza. I rinforzi interni, la separazione della camera acustica dei Midrange da quella dei Woofer, i nuovi altoparlanti realizzati e al debutto su questa serie, sono parte dello sforzo progettuale e costruttivo profuso. Il risultato di questi sforzi è tangibile ed evidente: i Cabinet Magico sono fra i meno risonanti che ci è capitato di ascoltare.
“La lega 6061-T6 presenta la più alta resistenza alla trazione di tutti i tipi 6061, viene usata in applicazioni dove i rapporti tra alta resistenza e basso peso sono critici.”.
“Il Grafene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio (avente cioè uno spessore equivalente alle dimensioni di un solo atomo). Ha la resistenza teorica del diamante e la flessibilità della plastica.
Descrizioni che coincidono con quel che dichiara Magico e rappresentano le ragioni dell’utilità dell’adozione di questi materiali.

Magico A3 Tweeter MidrangeMagico A3

“Le alte frequenze estese sono fornite da un diaframma in berillio puro Magico di nuova concezione con una superficie a cupola ottimizzata da 28 mm che si basa sulla piattaforma di progettazione fondamentale del tweeter M-Project. Un sistema di motori al neodimio personalizzato è racchiuso in una camera posteriore migliorata con nuovi materiali di smorzamento che offrono una distorsione ultra-bassa, una maggiore gestione della potenza, enormi capacità dinamiche e un esteso movimento lineare della bobina.
Un driver midrange Magico da 6 pollici di nuova concezione stabilisce un nuovo punto di riferimento per le prestazioni misurate sia nella larghezza di banda della frequenza che nel dominio del tempo. Il materiale del cono è formulato utilizzando fibra di carbonio Multi-Wall e uno strato di nanografene XG, che fornisce un rapporto ottimale rigidità/peso con proprietà di smorzamento ideali. Un nuovo sistema di motori a base di neodimio sporgente incorpora magneti extra-large per garantire un campo magnetico stabilizzato nella bobina mobile in titanio puro da 75 mm.
Tutti e quattro i driver dell’A3 sono testati e ottimizzati per comportamenti acustici, meccanici, elettromagnetici e termici utilizzando le più recenti apparecchiature di simulazione all’avanguardia per l’analisi degli elementi finiti e sono integrati acusticamente utilizzando l’esclusiva topologia Elliptical Symmetry Crossover di Magico che utilizza componenti all’avanguardia dell’azienda tedesca Mundorf.

 

Altoparlanti

1 x 1,1 “(2,79 cm) tweeter a cupola al berillio
1 x 6 “(15,24 cm) Grafene Nano-Tec Midrange
2 x 7 “(17,78 cm) Grafene Nano-Tec Woofer

Sensibilità dei bassi: 88dB
Impedenza: 4 Ohm
Risposta in frequenza: 26 Hz – 50 kHz
Potenza consigliata: 50 watt RMS (min) / 300 watt (max)
Dimensioni: A 112 x P 27 x L 23 cm.

Magico A3 Cabinet interno alluminio

Magico A5

“Il nuovo A5 è un modello di punta della serie A (design a 3 vie / 5 driver) che incorpora il primo driver midrange puro da 5 pollici dell’azienda e la tecnologia avanzata dei coni dei driver midrange e bass. Questi nuovi coni avanzati raggiungono un rapporto rigidità-peso senza precedenti, un parametro chiave che Magico ha perseguito negli ultimi 15 anni.
I driver per bassi da 9″ nell’A5 sono dotati di una nuova versione migliorata dei coni Graphene Nano-Tech di Magico. Il grafene, un reticolo esagonale di carbonio e in relazione al suo spessore, è circa 100 volte più forte del più forte acciaio ad alto tenore di carbonio. Il nuovo design del cono combina la fibra di carbonio stratificata di grafene con nuovi materiali di base avanzati per ottenere il massimo rapporto possibile rigidità/peso. Un’ampia simulazione al computer e test di prototipi consente all’ingegneria di creare il telaio del conducente con una combinazione ideale di rigidità e smorzamento, con un contributo acustico minimo e un flusso d’aria massimizzato. Il nuovo driver per bassi incorpora componenti sovradimensionati tra cui una bobina mobile in titanio puro da 5 pollici e un enorme cappuccio in rame con 1/2″ di escursione lineare. Il campo magnetico super-stabilizzato consente all’A5 di emettere livelli di forte impatto dei bassi, producendo 115 dB SPL (@ 50 Hz, 1 metro), mantenendo una distorsione e un’induttanza molto basse, al di sotto di 0,18 mH. L’analisi agli elementi finiti (FEA) fornisce agli ingegneri di Magico un’unica piattaforma per valutare le proprietà acustiche, meccaniche, elettromagnetiche e termiche. Questo test meticoloso aiuta a ridurre al minimo le distorsioni nei domini della frequenza e del tempo.
Il nuovo driver midrange full-cone da 5 pollici consente una maggiore dispersione e una maggiore trasparenza ai midrange. Come il driver dei bassi, anche la gamma media incorpora un cono sandwich in fibra di carbonio Graphene avanzato. Un nuovo surround in schiuma aiuta a ottenere un’integrazione cono/surround ideale, tempi di assestamento più rapidi e una distorsione straordinariamente bassa. Il nuovissimo sistema motore è dotato di una bobina mobile in titanio puro che opera in un campo magnetico super-stabilizzato con un tappo polare in rame puro per ridurre al minimo le correnti parassite e massimizzare l’efficienza. Quest’ultimo design del driver midrange stabilisce davvero un nuovo punto di riferimento per le prestazioni misurate. Un sotto-involucro dedicato ospita il driver midrange, proteggendolo dall’ampia energia delle onde posteriori dei driver dei bassi.”
.

Altoparlanti

Tweeter da 1″ (x1)
Midrange 5″ Graphene Nano-Tec Midrange (x1)
Woofer 9″ Graphene Nano-Tec Bass (x3)

Sensibilità: 88dB
Impedenza:4 Ohm
Risposta in frequenza: 24 Hz – 50 kHz
Potenza consigliata: 50-1000 watt

La cartina di tornasole

Dopo aver esposto le specifiche tecniche e costruttive non possono mancare l’ascolto e la valutazione musicale. Esporremo assieme le valutazioni relative ad A3 e A5, descrivendo elementi comuni e differenze.

Innanzitutto ci piace la scelta della configurazione in Cassa chiusa, che permette un maggiore controllo dello smorzamento delle basse frequenze, che in questi diffusori sono ben presenti, estese e di forte impatto. La scelta di utilizzare più woofer accoppiati e di minore diametro garantisce velocità, dinamica ed estensione a frequenze bassissime. L’intensità di emissione delle basse frequenze è ottenuta sommando in parallelo più woofer. A5 utilizza tre woofer di diametro maggiore e uno in più rispetto ad A3. La differenza si sente, nonostante la più piccola abbia per certi versi una sorprendente emissione e una buona estensione, la sorella maggiore è capace di riprodurre con buona intensità frequenze prossime ai 20 Hz. Al di là della risposta in frequenza che molti produttori dichiarano, raggiungere o anche solo sfiorare lo spettro basso estremo non è così comune. Come dire, più facile dirlo che farlo.
L’accoppiamento di più woofer di minore diametro, offre il vantaggio “non secondario” di realizzare casse acustiche di minore ingombro, a parità di banda passante emessa. Così come la configurazione in cassa chiusa permette di posizionare i diffusori ad una distanza minore dalla parete posteriore. Questi due elementi facilitano la collocazione ottimale in ambiente, che diviene meno invasiva.

Entrambi i modelli sono capaci di restituire fini tessiture musicali. L’alta risoluzione è sempre garbata, naturale, emessa senza apparente sforzo nonostante l’impetuosa dinamica, della quale sono eccellenti interpreti. L’emergere dei dettagli non contrasta la musicalità affabile e suadente.

La scena acustica è veramente e sorprendentemente ampia. Da questo punto di vista A3 ci ha sorpresi ancor più di A5. Non perché la seconda sia da meno, anzi. È che in fondo da A5 ce lo aspettavamo. La piccola invece è andata oltre le aspettative. Lo scenario acustico ricreato appare espanso in ogni direzione. Difficile con questi diffusori non percepire la magnifica illusione spaziale della stereofonia. Non è necessario chiudere gli occhi o ricorrere ad altri artefici per sentirsi immersi nello scenario. Lo scenario pervade la percezione senza possibilità di sottrarsi.